La torcia della farsa olimpica transita per il Tibet con l’esercito

Ieri (sabato) fa la torcia della farsa olimpica è transitata in una Lhasa, capitale del Tibet, deserta e spettrale. La torcia è rimasta nella città santa dei tibetani solo due ore, anzichè i due giorni pensati mesi orsono dalla Cina e per riuscire a portarla in Tibet il regime (oggi disvelta dittatura postmoderna) cinese ha dovuto imporre ai residenti di non protestare e di fatto i tibetani per paura di altre violenze e morti e torture o arresti sono rimasti chiusi in casa. I giornalisti stranieri (per esempio il nostro Federico Rampini, ottimo corrispondente da Cindia per Repubblica) sono stati esclusi, tranne un gruppetto di embedded ai quali e’ stato però vietato di fare di testa loro, in pratica hanno dovuto stare nei luoghi precisi dove sono stati collocati. Un malcapitato cameramen ha spostato per un attimo la sua cinepresa dalla fiaccola per riprendere i militari e subito è stato fermato e la sua registrazione è stata distrutta. Violenza inutilmente stupida, la Cina svela così il suo volto peggiore. La sola immagine che ha girato il mondo mostra a sufficienza: soldati che marciano a fianco della fiaccola delle Olimpiadi più assurde e inutili della storia dopo quelle sotto il nazi-fascismo degli anni trenta. I leader politici del mondo non devono partecipare alla cerimonia di inaugurazione delle Olimpiadi. Se intendete chiederlo andate sul seguente link e votate la petizione, ad oggi sottoscritta da circa 16.000 persone nel mondo (obiettivo: 50.000 firme)

http://www.racefortibet.org/petitions/ sotto la voce “Sign These Urgent Petitions!”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...