Consiglio provinciale: la sua importanza vitale, prima della Giunta

Mi sovviene una riflessione molto importante: si parla sempre giustamente della composizione delle Giunte provinciali, si analizza sempre cosa esse decidono, si analizza come esercitano il potere. Tuttavia io vorrei che i cittadini rivendicassero invece un ritorno alla complessità e alla rappresentanza democratica più ampia. Da troppo tempo ormai viviamo un super-potere e un super-ruolo della Giunta Provinciale e sopra esso addirittura del Super Presidente, divenuto nella nomea addirittura Governatore. La nostra Costituzione però non prevede la figura del Governatore e l’elezione diretta del Presidente della Giunta è stata pensata in origine per vincolare ad un senso di responsabilità politica i suoi alleati, non per annichilirne la partecipazione critica o la capacità di proporre leggi, visioni, strategie. Ecco, io invoco che il Consiglio Provinciale di Trento e anche quello di Bolzano (e anche quello regionale, come ho detto in altre occasioni) tornino ad esercitare il proprio ruolo di luogo vero di confronto, costruzione, dibattito, analisi e proposizione di leggi, visioni, politiche. La Giunta e il Presidente devono tornare ad essere dunque strumenti di sintesi e attuazione. Poichè so che il Presidente del Consiglio Provinciale, Gianni Kessler, mi legge su qusto blog  e so che anche il Consigliere dei Verdi Roberto Bombarda mi legge, così come la Consigliera Sara Ferrari, chiedo loro pubblicamente di esprimersi su questo punto. Anche il Consigliere dei Verdi nonchè ex Presidente del Consiglio Provinciale di Bolzano, Dello Sbarba, mi legge, chiedo anche a lui un commento.

Hanno lasciato un commento: il Presidente del Consiglio Provincialei Trento Giovanni Kessler, alcuni esponenti della Associazioni ambientaliste trentine di spicco, l’editorialista del Trentino e intellettuale Piergiorgio Cattani.

Annunci

4 thoughts on “Consiglio provinciale: la sua importanza vitale, prima della Giunta

  1. Cara Maddalena,
    mi farà piacere leggere, se ariveranno, i commenti da te auspicati. Nel frattempo consentimi di dare sostegno alla tua idea dicendo che la condivido in pieno.
    Considerami uno dei cittadini che rivendicano a gran voce “un ritorno alla complessità e alla rappresentanza democratica più ampia” e che si attendono segnali chiari e forti proprio dalle persone da te citate. Mi auguro che esse sappiano dare voce a queste istanze nei rispettivi ruoli istituzionali.

    Cordiali saluti
    Mauro Nones

  2. Sto proprio adesso scrivendo un articolo per il Trentino sulla situazione politica. E avevo fatto lo stesso ragionamento puntando sull’importanza del consiglio provinciale. Bello avere la stessa sintonia.

  3. Quante volte ci siamo chieste come è possibile entrare nel merito di scelte che ci vengono imposte dall’alto, spesso percepite come decisione di una sola persona e non scaturite da un reale confronto democratico?
    Molte persone, attente e critiche, che siedono attualmente in Giunta o nel Consiglio provinciale, potranno forse riportare il giusto equilibrio nella dialettica politica come in molti auspichiamo.
    Stiamo a vedere. Ciao Luisa

  4. Ciao Maddalena,
    nel mio discorso di insediamento ho detto chiaramente che il Consiglio (e non la giunta) è il luogo centrale della democrazia della nostra comunità, dove si esercita l’ascolto e il confronto prima delle decisioni, dove si effettuano le mediazioni tra gli interessi e le diverse opinioni che lì trovano rappresentanza, dove si esercita la funzione di controllo sulle decisioni del governo e sul loro impatto sulla comunità. Serve per questo una rinnovata consapevolezza dei consiglieri (non a caso a tempo pieno) e dei gruppi consiliari, ma anche dell’opinione pubblica che su questo deve esere esigente. Abbiamo bisogno di più politica e di una migliore democrazia, altrimenti avremo solo governo autoreferenziale.
    Mi pare che abbiamo incominciato bene la XIV legislatura consiliare. Anche le tue note, che condivido in pieno, ci aiutano a comprendere l’impegno e le responsabilità che ci aspettano. Cercherò di esserne all’altezza e chiedo a te e a tutti quanti hanno a cuore la nostra democrazia di aiutarmi anche con consigli e osservazioni.
    Giovanni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...