Iran: elezioni truccate e spari sulla folla con morti e feriti. E noi?

La notizia: Iran in fiamme, elezioni truccate secondo le opposizioni, seri dubbi espressi sulla loro regolarità dalla stampa straniera, due milioni di persone in piazza a Teheran, centinaia di migliaia nel resto del paese. Le milizie private fedelissime ad Ahmadinejad (i Basij) sparano sulla folla in un quartiere centrale della capitale, Teheran. Sicuramente un morto, forse più nella sola capitale e altri in altre città (le notizie girano sui blog stranieri, inviate da cittadini iraniani). Altri spari uditi in altri quartieri di Teheran. La stampa straniera fermata e ostacolata. Centinaia di oppositori in carcere.

Il commento: Santo cielo: chi aiuterà l’Iran ? Il nostro dovere di europei oggi è mantenere la massima allerta e di far sentire al regime di Ahmadinejad la nostra pressione: deve fermare le violenze contro i manifestanti e indire nuove elezioni con osservatori internazionaliS

Scriveva Etti Hillesum, ebrea olandese prigioniera in campo di concentramento “Si vorrebbe essere balsamo per molte ferite”

Io vorrei essere loro balsamo, ma l’Iran è lontano. Gli italiani in particolare in questo momento dovrebbero impegnarsi per contrastare la deriva autoritaria e opaca del governo italiano: noi che siamo ancora liberi dobbiamo esserne degni, per aiutare con la nostra saldezza sui valori e con la nostra forza morale chi, come l’Iran, oggi soffre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...